domenica 12 giugno 2011

Ibridi di spinosissima

Questa è la mia prima prova di inserimento di immagini su questo blog, ringrazio per la possibilità d iavere un blog dove si possano riunire commenti e foto di appassionati e dilettanti del tema dell'ibridazione.





Questa rosa dai petali esternamente gialli ricorda la R. foetida bicolor, è una pianticella di R. spinosissima ottenuta da semina spontanea. La piantina presenta rami morbidi e foglioline molto piccole. Questa è la prima fioritura a distanza di 2 anni dalla semina.



Altra spinosissima dall'interessante color rosa salmone interno, esternamente invece un rosa chiaro traslucido. I rami sono abbastanza rigidi, le foglioline piccole ed arrotondate, una buona presenza di aculei sottili, buon profumo. La pianta ha già 3 anni, si dimostra molto rustica perchè inserita in una zona d'ombra dove il terreno presenta difficoltà di drenaggio per le sue caratteristiche.

11 commenti:

  1. Queste due sono meravigliose!

    RispondiElimina
  2. molto belle le tue spinosissime! hai idea di chi possono essere i genitori, o almeno la madre?

    RispondiElimina
  3. Carissimo signore delle rose, grazie per il tuo contributo,sono molto contento che questo blog sia diventato effettivamente un blog colletivo dove confrontare esperienze...penso che sarà molto più interessante per tutti...spero che anche altri collaboratori si aggiungano presto! e non solo per le rose...ho aggiunto al tuo post l'etichetta signore delle rose, così chi vorrà leggere i tuoi contributi li troverà con un solo click...nei prossimi puoi aggiungerla tu se ti ricordi, altrimenti lo farò io.

    RispondiElimina
  4. La rosa con l'esterno giallo deriva dalla Single Cherry. Quella con più petali deriva dalla rosa botanica R. pimpinellifolia, un colpo di fortuna che solo la natura può dare. Tutte e due potrebbero essere delle rose da usare per costituire una linea di ibridazioni.

    RispondiElimina
  5. Veramente interessante! la single cherry è parecchio diversa dal tuo ibrido, anche se presenta il carattere bicolor tra dritto e rovescio dei petali (rossi sopra e quasi bianco nel rovescio)quindi tu pensi si tratti di probabile autofecondazione della single cherry? o c'erano nelle vicinanze altre rose che potrebbero giustificare quel colore? Se fosse un'autofecondazione, mi parrebbe probabile che la single cherry sia un ibrido tra spinosissima e foetida bicolor, quindi avrebbe un carattere di rifiorenza...il carattere bicolor non ricordo se è dominante,ma mi sembra di si...anche la pimpinellifolia botanica è bicolor?

    RispondiElimina
  6. Non mi risulta che Single Cherry e R. foetida bicolor siano rifiorenti e comunque la piantina in questione è al secondo anno di fioritura, per adesso ha aumentato i petali, vedremo in futuro cosa succede. Quest'anno ha prodotto delle bacche che se faranno semi utilizzerò per avere delle conferme o ulteriori evoluzioni.
    La R. pimpinellifolia è una bellissima botanica dal fiore bianco e dalle bacche viola scuro quasi nere, caratteristica mantenuta anche dalla sua discendente. Non è rifiorente

    RispondiElimina
  7. Mi sembrava di ricordare che la foetida bicolor fosse rifiorente, ma può essere che mi ricordo male...infatti help me find la definisce come non rifiorente...però per nino sanremo è rifiorente...
    http://www.ninosanremo.com/product/364/R.-foetida-bicolor.asp

    RispondiElimina
  8. ahahah sto ancora pensando come mai avevo questa strana idea che la rosa foetida fosse rifiorente...in effetti è una rosa conosciuta da tempo e non risultava certo come una delle poche rifiorenti dell'epoca...ci penso ma non trovo una spiegazione ragionevole...eppure credo che ci deve essere un motivo... (anche se devo ammettere che la rosa foetida non mi ha mai interessato più di tanto, visto che mi piacciono specialmente le rose profumate e poi mi pare sia abbastanza sensibile alle malattie)...ma sono comunque quasi convinto di aver letto qualcosa su di lei che mi ha forse lasciato in mente questa idea...magari mi confondo semplicemente con un'altra rosa, ma non è possibile ad es. che la rosa foetida abbia una sola copia del carattere rifiorenza? e che quindi non lo manifesti? per caso ci sono incroci diretti con lei che hanno manifestato rifiorenza? Ok è l'unica ipotesi che mi continua a girare in testa, dopo di che archivierò la cosa come semplice errore nella memoria. ;-)

    RispondiElimina
  9. Credo che ci sia bisogno di ripassare un pò la storia dell'evoluzione della rosa. Pernet Ducher ottenne Soleil d'Or e Raion d'Or utilizzando la Persian Yellow, che è una Fetida persiana doppia, che non è rifiorente. La rosa selezionata, cioè la prima portatrice del giallo intenso, dell'arancio e del rame fu proprio Soleil d'Or che si dimostra rifiorente grazie all'altro genitore. Altri esempi di ibridi con foetida persiana: Lawrence Johnston ottenuta da Pernet con Mme E. Verdier X Persian Yellow, occasionalmente rifiorente; Le Reve, ancora Pernet sempre con Mme E. Verdier X Persian Yellow, occasionalmente rifiorente; Mme Henri Guillot di Mallerin, Rochefort X R. foetida bicolor, rifiorente; Relax di Meilland ibrido di R.foetida bicolor, non noto l'altro genitore, non rifiorente.
    Ecco una sintesi di esempi di impiego di R. foetida. E' possibile anche che molti ibridatori indichino con il nome di "pianticella" quel genitore che per alcuni motivi non intendono rendere noto. Sicuramente la foetida bicolor è entrata nella genetica di molte varietà.

    RispondiElimina
  10. Si so che la rosa foetida è stata importante nella storia della rosa e nella creazione delle Pernettiane...ma quindi tu mi confermi che la rosa foetida contiene evidentemente una copia del carattere rifiorenza (come sai la rifiorenza è un carattere recessivo, che si manifesta solo quando entrambi i genitori lo contengono e le due copie si appaiano in un semenzale)se la rosa foetida non ce l'avesse, un ibrido rifiorente, incrociato con la foetida non potrebbe avere progenie rifiorente.
    Di conseguenza, se la single cherry è un incrocio tra foetida ed una pianta non rifiorente, tipo la rosa pimpinellifolia, naturalmente non sarà rifiorente,ma potrebbe credo contenere una copia di rifiorenza nei suoi geni..ovvero se si autofeconda o si incrocia con rifiorenti, potrebbe anche dare progenie rifiorente (diciamo che non è escluso)

    RispondiElimina
  11. forse l'equivoco è nato dal fatto che io quando ho scritto inizialmente, parlando della single cherry, che avrebbe un carattere di rifiorenza, intendevo non che fosse rifiorente, ma che avesse forse una copia del carattere rifiorenza (e di conseguenza,forse, anche il tuo ibrido frutto di autofecondazione)

    RispondiElimina

Lascia qui un tuo commento, grazie