lunedì 23 dicembre 2013

buon anno nuovo e felici semine!

Il giardinaggio ha origini molto antiche, l’uomo ha sempre sentito l’effetto benefico della Natura e della Bellezza. Ha sempre capito l’importanza delle piante per la salute e la felicità.
Se viviamo in un ambiente bello e pieno di fiori, ci sentiamo meglio, godiamo della varietà delle forme, dei colori e dei profumi. Sono quasi convinto che il giardinaggio sia nato prima della agricoltura… I cinesi sono forse quelli che hanno iniziato prima di tutti a coltivare, seminare le rose, producendo e selezionando numerose varietà, già migliaia di anni fa. E alcune di queste sono ancora coltivate.
Ma che senso può avere ibridare rose anche oggi, che abbiamo l’imbarazzo della scelta tra migliaia di varietà antiche e moderne, provenienti da tutto il mondo?
Credo non ci sia solo una risposta razionale a questa domanda, ma che sia un moto dell’animo a spingerci verso il desiderio di portare nuova bellezza su questa terra.
L’ibridazione può essere il gioco di un bambino, che impara a conoscere il mondo e l’effetto delle sue azioni, scelte. O può essere un hobby rilassante, una attività che sviluppa la calma e la pazienza. Un modo economico e affascinante di produrre rose originali ed uniche per il proprio giardino. O una vera arte, per esprimere qualcosa che ci vibra dentro.
Come un pittore mescola i colori ed un musicista le note, così l’ibridatore mescola i geni delle piante, sostituendosi agli insetti e selezionando qualcosa capace di suscitare in lui emozione.
Ogni artista ha una sensibilità e genialità particolari, così ogni ibridatore otterrà rose diverse anche a partire dalle stesse piante. Quello che per uno è una pianta insignificante, un altro ci vedrà magari un trampolino, un ponte per un successo futuro. Ogni ibridatore ha il suo stile e spesso possiamo riconoscerlo chiaramente anche solo ammirando le sue rose.
E poi può essere anche una attività economica, una professione che ti permette di vivere facendo qualcosa che ti piace e che migliora il nostro ambiente. Ottenere una rosa con caratteristiche nuove, che possa essere richiesta dal mercato. Che sia innovativa per il colore o la forma del fiore, la rifiorenza, il profumo, il portamento, il fogliame, la resistenza alle malattie o alla siccità e al freddo…che si adatti al terreno del nostro giardino.
C’è ancora molto spazio per nuove scoperte, e miglioramenti, specialmente per la resistenza alle malattie e il portamento delle piante, che possono essere belle piante da giardino e non solo produrre fiori da taglio. E nella ricerca di nuovo fogliame, magari con colorazioni interessanti autunnali o la possibilità di coltivare piante in modo estensivo, con poche cure e con uno sviluppo tappezzante, o con rami senza spine…
Ci sono ancora molti validi motivi per seminare rose anche oggi, così come nel passato hanno continuato a farlo, anche durante guerre mondiali e pestilenze. La Bellezza ci salverà….
Buone semine a tutti! Ed un felice nuovo anno!




mercoledì 4 dicembre 2013

Pianticella di Blue Moon


La Blue Moon è stata l'unica rosa che ho deciso di eliminare dal mio giardino, troppo sensibile alle malattie per i miei gusti, in contemporanea sulle sue foglie si potevano trovare l'oidio, la ticchiolatura e la ruggine. Certamente avrei potuto proteggerla con vari trattamenti ma io cerco piante resistenti e rustiche anche perchè sono orientato verso il giardino il più possibile naturale. Alcuni anni fa, quando cominciai a fare le prime semine di rose al momento dell'espianto della Blue Moon decisi di provare a seminare alcuni dei suoi acheni.


Di quattro pianticelle ne sopravvisse una sola e le immagini si riferiscono ad uno dei suoi fiori in una sequenza cronologica. E' molto interessante il colore che sfuma verso il grigio argento ma ancor di più il caratteristico modo di ripiegarsi dei suoi petali che non avevo mai visto sulla pianta madre. Notevoli sono anche gli stili rossi visibili quando il fiore è completamente aperto. Posso dire che questa rosa è molto più resistente alle malattie della Blue Moon stessa, tanto che l'ho già riprodotta in tre esemplari diversi.


Queste sono foto che ho fatto lo scorso mese di ottobre e il fiore non è certo uno dei migliori ma comunque  molto interessante. Molto spesso si ottengono buoni risultati anche con una semina semplice e naturale. E' un suggerimento che mi sento di dare a chi vuole intraprendere l'esperienza della semina delle rose.

domenica 24 novembre 2013

Questo post è dedicato agli scambi e alle talee...

Allora nessuno vuole fare scambi o regali? Ho aperto una pagina in cui i collaboratori del blog possono inserire cose che offrono o cercano... Per il momento ci ho scritto solo io ed è una lista indicativa ,ma ne avrei anche altre (scrivetemi in privato per la lista completa) e se avete da offrire anche altre cose, da me non elencate...ci si può mettere d'accordo. In generale gradirei molto anche ricevere semi di rose botaniche specialmente se profumate.
I semi vanno spediti in bustine di carta o plastica con su scritto la varietà, o dentro a cinorrodi ancora chiusi,in buste imbottite.

Le talee (rametti non radicati di circa 20cm) devono essere avvolte in carta da giornale umida,ma non fradicia,e poi inserite in sacchetto di plastica chiuso con etichetta della varietà. Il tutto inserito in busta imbottita o scatola di cartone.

Fare talee di rosa non è troppo difficile...le talee possono rimanere avvolte nella carta umida anche per 2 settimane dopo di che,aprendo, troveremo spesso che i rametti hanno già iniziato a formare il callo bianco da cui si origineranno le radici.a quel punto possono essere inserite in serrette fredde o vasi all'aperto,in luoghi riparati dal sole diretto e con terriccio sabbioso. Si tratta di mantenere umido il terreno,senza esagerare o le talee marciranno.
Direi di usare questo post SOLO per i commenti legati a proposte di scambi.
Tutti i lettori possono partecipare,ma daremo la precedenza agli utenti iscritti al blog e a quelli che commentano abitualmente. Grazie a tutti quelli che vorranno contribuire a questa iniziativa.Per contatti:
a.falconelvento@gmail.com

martedì 19 novembre 2013

Sto facendo qualche cambiamento nel blog

Ho aggiunto le mie foto alla pagina FOTO... se volete, aggiungo anche alcune delle vostre (collaboratori ) oppure lo potete fare voi e potete aggiungere anche foto non ancora pubblicate sul blog.

Per il momento le ho aggiunte in modo abbastanza grezzo, ma mi piacerebbe che fossero raccolte in forma di album in modo da occupare meno spazio e facilitare la scelta delle foto che si vogliono vedere, in modo più ordinato....c'è qualcuno che lo sa fare? avete consigli da darmi?

Inoltre, poichè è il periodo delle potature, delle talee e della vernalizzazione...mi piacerebbe riuscire a proporre qualche scambio tra di noi (o regali) scambiare semi, talee...credo che ci voglia almeno una pagina dedicata solo agli scambi, in cui ogni collaboratore può indicare quello che offre o cerca e tramite i commenti trovare un accordo per lo scambio...forse sarebbe comoda anche una chat, o un forum,ma vedremo in seguito. Ricordo a tutti che le e-mail sono visibili cliccando sul nome dei collaboratori . Così sarà possibile inviare in forma privata gli indirizzi a cui spedire il materiale.

Tramite i commenti anche i lettori del blog potranno proporre scambi...
Ogni idea o consiglio è ben accetta.


domenica 27 ottobre 2013

HTB X MULTIFLORA

Una rosa interessante nata nel 2012 ibrido tra la mia HT bianca (di cui non so' l'identita')con  una multiflora a fiori doppi, piccoli che misurano  al massimo  4 cm di diametro di colore rosa.Avevo effettuato 3 incroci  con rose sarmentose"come esperimento" tra cui anche con dorothy perkins, il risultato e' stato di ricavarne molte piante deboli e con crescita stentata. Unica pianta sopravvissuta  tra una ventina di piante nate ,ma anche molto vigorosa, a distanza di un anno dalla nascita e' cresciuta molto velocemente arrivando quasi a 2 metri di altezza.




 FOTO DELLE ROSE USATE PER L'INCROCIO






 SEMENZALE


 La pianta ha tutte le caratteristiche della multiflora,con portamento rampicante molto ramificata con 4 rami principali che partono dalla base, il fogliame e' piccolo , folto, formato da gruppi di sette foglioline di colore verde medio opaco.Per ora non sembra avere paricolari segni di malattia,un po' di ticchiolatura ,ma c'e' da tenere presente che l'ho rinvasata pochi giorni fa e finora e'stata sempre  nella cassetta di semina in una posizione poco soleggiata e rivolta a nord.


Particolare dei boccioli formati a gruppi di 3 e dei fiori un po' arruffati al centro
caratteristica presa dalla multiflora...

In tutto  ha prodotto sei fiori solo all'apice leggermente profumati sui 5-6 centimeti di diametro
Spero per l'anno prossimo in una fioritura piu' abbondante.

venerdì 19 luglio 2013

martedì 9 luglio 2013

Altre rose


Vorrei far vedere il risultato di qualche semina fatta alcuni anni fa. La rosellina bianca sta mostrando una buona rifiorenza, il cuore rosso dei pistilli risalta sul bianco candido, se ci fosse stato un petalo in più, sarebbe stata perfetta, comunque produce dei bei grappoli di fiori.


La rosa nell'immagine ha mostrato i primi fiori dopo 5 anni di coltivazione, il seme era della Baron Girod de l'Ain. Finalmente quest'anno mi ha regalato cinque fiori a coppa con il bordo dei petali plissettati leggermente più chiari del resto del petalo. Molto buono il profumo, non resta che aspettare di vedere se ha mantenuto la rifiorenza.

martedì 2 luglio 2013

Mangiatori di Cetonielle crescono...

 

Anche quest'anno la lotta alle cetonielle è stata dura ed all'ultimo petalo. Sono riuscito ad allungare la vita dei singoli fiori e una buona parte non ha subito troppi danni, per quest'anno direi che l'infestazione sia finita.
Nelle foto vedete i miei simpatici aiutanti che si accoppiano e spero diventeranno molto più numerosi ed attivi


 
La mia prima ibridazione di Hemerocallis non è riuscita, non ho ottenuto semi, ci riproverò il prossimo anno, quando avrò più piante fiorite. Ora sto facendo esperimenti con i Gigli, che sono facili da ibridare, e fanno tanti semi, ma sono lenti nella crescita e possono passare vari anni prima di vedere i fiori dei semenzali (io ho iniziato 4 anni fa e ancora non ne ho visti)

Non ho idea di cosa nascerà da questo incrocio...

venerdì 21 giugno 2013

I miei primi ibridi di hemerocallis sono fioriti

Oggi è il mio compleanno e come regalo sono fioriti i miei primi 2 hemerocallis nati da seme
 


 Buona estate a tutti!

martedì 18 giugno 2013

un tocco di giallo ci voleva






giovedì 13 giugno 2013

Dopo una settimana di fioritura , questa bella rosa è ancora molto bella, e ha resistito a piogge frequenti e giorni con temperature alte.
 


La rosa in boccio dietro alla rosa rossa ha dei colori particolari..fuori i petali sono bianchima i petali ancora chiusi mostrano il colore rosa e all'interno i petali piccoli e fitti sono gialli


venerdì 7 giugno 2013

nuove rose colorate







lunedì 3 giugno 2013

altre rose bianche




 
Ho raccolto cinorrodi, l'anno scorso, da 2 rose bianche (Niso Fumagalli e Claire Austin) e da altre inglesi chiare, tipo Crocus Rose e Jude the Obscure...ma tutte queste roselline bianche e sfumate, che stanno nascendo, non sembrano figlie di rose inglesi,mentre hanno una certa somiglianza con Niso Fumagalli...sono tutte carine e resistenti alle malattie, finora, non sarà semplice decidere quali tenere equali eliminare.Probabilmente aspetterò di vedere la rifiorenza e lo sviluppo della pianta.

Questa invece è una figlia di Queen Elizabeth, che si apre con boccioli rossi e poi sbiadisce rapidamente in un rosa intenso, senza profumo, ma mi piace per la facilità di riproduzione tramite talea, il vigore e una certa resistenza alle malattie.Cercherò di migliorarla con successivi incroci.

domenica 2 giugno 2013

Inizio fioriture, rosa complicata ed altre sorprese

Finalmente le rose del giardino iniziano a fiorire, ed anche le cassette di semina si stanno riempendo di colori, come un roseto in miniatura.

Queste sono le prime 2 a fiorire...sembra che quella di sinistra sia la migliore, vero? invece no  ha solo 12 petali ed in breve tempo non era più molto decorativa...invece guardate come è diventata la seconda...



Più di 70 petali e lunga durata del fiore con buonissima resistenza alla pioggia e alle malattie..sicuramente la più bella rosa bianca che io abbia mai prodotto da seme. Direi che questa semina è abbastanza promettente e non poteva iniziare meglio.sono fiorite solo3-4 piante ma presto fioriranno anche le altre (circa 200)


 
 
 
Ma ci sono altre sorprese quest'anno...alcune piante non rifiorenti che fioriranno per la prima volta ed altre piantine nate dopo 3 anni dalla semina...e nuovi iris ed altro ancora.

Questa a sinistra è una foglia di rosa Banksia normalis (botanica e quindi penso non ibrida) mentre quelle a sinistra sono le foglie di una sua figlia nata da seme...e le foglie mi sembrano decisamente diverse...più scure, appuntite,e molto più dentellate ai bordi. Ne deduco che si deve essere ibridata con qualche rosa del mio giardino o con la rosa canina!voi che ne pensate? la risposta probabilmente ce la daranno i fiori.











 
 
Infine è fiorita per la prima volta la figlia di Rosa Complicata (ibrido tra gallica e rosa canina) mi piacciono molto le sue foglie di un bel verde luminoso resistenti alle malattie e rami con portamento morbido aperto e la capacità di formare cespugli alti anche 3 metri pieni di fiori grandi e semplici.Notate che il mio ibrido ha 6 petali  quindi un petalo in più rispetto alla madre ed un colore leggermente diverso ma sopprattutto ha una buffa dentellatura del bordo dei petali.

Qui la vediamo insieme ad una pianta di rosa gallica botanica che ho trovato in un bosco vicino... colori nella foto sono più chiari che nella realtà.